home > itinerari > tuscania
it / en / de

tuscania

Torna agli itinerari > Il borgo di Tuscania, in provincia di Viterbo, sorge su sette promotori di roccia tufacea posti tra i fiumi Marta e Capecchio che dominano la Valle del Marta - un'importante via di comunicazione che univa, fin dalla preistoria, il lago di Bolsena con il mar Tirreno, nei pressi dell'attuale Tarquinia).
La bellezza del borgo, le due chiese romaniche di Santa Maria Maggiore e San Pietro ancora perfettamente conservate che si stagliano sul paesaggio, il Parco della Torre del Lavello, Il Museo Archeologico, e il Teatro del Rivellino sono soltanto alcune delle attrattive che Tuscania offre ai numerosi turisti che la visitano ogni anno. Non a caso, Tuscania  è stata scelta da numerosi registi – tra cui Pasolini – come set dei loro film.

Nella campagna di Tuscania sono disseminate numerose necropoli di epoca etrusca che conservano ancora oggi sepolcri di tipo rupestre con banchine e  sarcofagi per la deposizione dei corpi. La necropoli più ampia ed interessante è nota è quella della Madonna dell'Olivo, situata nelle vicinanze dell'omonima chiesa campestre, all’interno della quale sono ospitate le Tombe Curunas (IV - II secolo a.C.), la Tomba del Sarcofago delle Amazzoni (seconda metà del IV secolo a.C.) e la Grotta della Regina (IV - II secolo a.C.).

Tra le altre necropoli che meritano una visita, la necropoli dell'Ara del Tufo (VII - VI secolo a.C.), con tombe a tumulo, la Necropoli di Carcarello, quella di Pian di Mola, (III - I secolo a.C.), la necropoli di Peschiera, (VII - II secolo a.C.), le necropoli di Scalette (VIII - VII secolo a.C.) e quella di Castelluzza (V - IV secolo a.C.).  I numerosi resti etruschi, le suppellettili rinvenute, i corredi funebri e altri reperti sono conservati presso il Museo Archeologico Nazionale Tuscanese.

photogallery

 
Ristorante Maremma di Eleuteri Maria
Lungomare Harmine 42
01014 Montalto di Castro (Viterbo)
C.F. LTRMRA63P54C773P - P.I. 01462950567
privacy